Certificazioni

 

UNI EN ISO 9001

La norma UNI EN ISO 9001 specifica una serie di requisiti organizzativi e operativi indispensabili che un SGQ (Sistema di Gestione per la Qualità) di un’azienda deve possedere, andando a stimolarne la capacità organizzativa guidandola verso l’erogazione di prodotti o servizi conformi alle aspettative dei clienti.
Lo sviluppo e l’attuazione di tale sistema di gestione è articolato in diverse fasi, prima fra tutte quella volta a determinare i requisiti normativi, le esigenze e le aspettative dei clienti e delle altre parti interessate, a cui fa seguito la determinazione degli obiettivi per la qualità e dei processi e delle responsabilità necessari per conseguire gli obiettivi.
Un’organizzazione può essere certificata secondo la norma ISO 9001 solo se ne rispetta i requisiti, che vengono verificati annualmente da valutatori esterni appartenenti ad un Organismo di Certificazione accreditato che verificano, quindi, l’esistenza iniziale e controllano la permanenza nel tempo delle caratteristiche del Sistema Qualità dell’organizzazione.

BRC e IFS

Gli standard BRC e IFS sono schemi internazionali che hanno l’obiettivo di armonizzare, a fronte di principi comuni, i differenti standard adottati dalla GDO (Grande Distribuzione Organizzata) europea.
BRC (British Retailer Consortium) è lo standard globale per i retailer ed è nato in Inghilterra, dove è ormai istituzionalizzato, mentre l’IFS è uno standard internazionale per la verifica dei rivenditori al dettaglio e all’ingrosso di prodotti alimentari di marca ed è emesso dai più importanti nomi della Grande Distribuzione tedesca, francese ed italiana. Entrambi fanno riferimento ai sistemi di gestione qualità, alla metodologia HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) e al Factory Environmental, un insieme di requisiti GMP (Good Manufactoring Practice) e GHP (Good Hygien Practice).